Caccia con l’arco

CLICCA PER ACCEDERE
clicca il logo per accedere/click the logo to login
CLICCA ESTRATTO DELLO STATUTO/CLICK EXTRACT OF THE STATUTE
clicca il logo estratto dello statuto/click the logo extract of the statute

Difficile affrontare e voler leggere di questo argomento in modo oggettivo senza partigianerie ideologiche, pregiudizi, ipocrisia e falsi miti. Impossibile condensare in un solo scritto tutto quel che concerne la caccia e la caccia con l’arco. Cercheremo tuttavia attraverso esperienze, documenti, argomenti, legislazioni di fornire uno spunto di riflessione a chiunque sia interessato o semplicemente incuriosito a voler approfondire o conoscere non solo il mondo dell’arciera venatoria,  ma anche tutto quel fantastico panorama che, partendo da esso abbraccia la fauna, l’ambiente e la sua gestione. L’aspetto venatorio viene portato avanti all’interno della nostra compagnia, in modo parallelo ed autonomo all’attività della società, da cacciatori di selezione e accompagnatori esperti iscritti all’albo. Cominciamo a prendere visione di quel documento che è il fondamento dell’attività venatoria con l’arco:

LEGGE 11 FEBBRAIO 1992, N. 157
 NORME PER LA PROTEZIONE DELLA FAUNA SELVATICA  OMEOTERMA  E PER IL PRELIEVO VENATORIO.   

Pubblicata nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale 25 febbraio 1992, n. 46

Articolo 12 legge 157

Esercizio dell’attività venatoria
1. L’attività venatoria si svolge per una concessione che lo Stato rilascia ai cittadini che la richiedano e che posseggano i requisiti previsti dalla presente legge.
2. Costituisce esercizio venatorio ogni atto diretto all’abbattimento o alla cattura di fauna selvatica mediante l’impiego dei mezzi di cui all’articolo 13.
3. È considerato altresì esercizio venatorio il vagare o il soffermarsi con i mezzi destinati a tale scopo o in attitudine di ricerca della fauna selvatica o di attesa della medesima per abbatterla.
4. Ogni altro modo di abbattimento è vietato, salvo che non avvenga per caso fortuito o per forza maggiore.

5. Fatto salvo l’esercizio venatorio con l’arco o con il falco, l’esercizio venatorio stesso può essere
praticato in via esclusiva in una delle seguenti forme:
a) vagante in zona Alpi;
b) da appostamento fisso;
c) nell’insieme delle altre forme di attività venatoria consentite dalla presente legge e praticate nel
rimanente territorio destinato all’attività venatoria programmata.

6. La fauna selvatica abbattuta durante l’esercizio venatorio nel rispetto delle disposizioni della presente legge appartiene a colui che l’ha cacciata.

“COGNITIO, VOLUNTAS, FORTITUDO”. CONOSCENZA, VOLONTA’, FORTEZZA: sono le tre qualità che un uomo ed un cacciatore con l’arco deve avere; come amava ripetere Giusy Pesenti. Raccogliendo questo testimone, l’intento del gruppo cacciatori della Compagnia del Bernabò è quello di attrarre, unire e riunire coloro che vivono la caccia con l’arco e frecce tutto l’anno  a 360° passando dalla tutela e gestione della fauna e dell’ambiente alla condivisione di regole, etica, esperienze e conoscenze. Certi che la caccia con l’arco sia solo per tutti coloro che fanno intimamente propri quei valori fondamentali che rendono il cacciatore e, il cacciatore con l’arco un uomo ed un tutt’uno con la Natura che ci ospita per un breve periodo e, che dobbiamo difendere e rispettare.

Vediamo ora quelli che sono i capisaldi dell’ etica del cacciatore con l’arco tenendo ben presenti, ovviamente quanto normano le leggi, le posizioni di tiro e le regole di ingaggio; nonché tutto quanto disciplina la tutela e la salvaguardia dell’ambiente: 

MAI TIRARE / WHEN NOT TO SHOT

  • Se l’animale ci osserva.

  • Se ci dà le spalle.

  • Se corre.

  • Se è parzialmente o totalmente coperto dalla vegetazione

  • Se un ramo, un albero o qualsiasi elemento copre la zona vitale.

  • Se è frontale e con la testa bassa.

  • Se è accovacciato.

  • Se è all’abbeverata e comunque porre molta attenzione sulla posizione degli organi vitali che risulteranno essere spostati prima di rilasciare la corda e la freccia.

  • Se è allertato.

  • Se è in avvicinamento.

  • Se in attraversamento di un corso d’acqua profondo o impetuoso.

  • Se si trova in difficoltà per condizioni meteorologiche avverse, quali: neve alta, ghiaccio,ecc.

  • Se è bloccato da trappole, fango o è caduto in buche.

  • Se in posizione strana.

  • Se non siamo sicuri del tiro.

  • Se allatta.

  • Se un altro animale gli è troppo vicino, rischiando così un tiro che andrebbe a ferire il secondo animale.

  • Se un altro animale lo copre anche solo parzialmente.

  • Se non si trova nella posizione di ¾ posteriore.

  • If the animal looks at me.

  • If it gives me its back.

  • If it is running.

  • If it is partially or totally coverd by the vegetation.

  • If a branch, a tree or any element cover its vital area.

  • If it is frontal and with its head down.

  • If it is crouched.

  • If it is at the watering place and anyway pay close attention before the release to the position of the vitals which will result moved in comparison to their natural position.

  • If it is alerted.

  •  If it is approaching.

  • If it is in crossing a deep or rapid water.

  • If it is in trouble due to adverse weather conditions, such as: high snow, ice, etc.

  • If it is stuck in traps, mud or has fallen into holes.

  • If it is in a strange position.

  • If we are not sure to do the shot.

  • If it is nursing.

  • If another animal is too close to him. And you are risking a shot that would injure the second one.

  • If another animal covers it even partially.

  • If it is not quartering away.


Quanto sopra viene ulteriormente ampliato ed approfondito in:

Imprescindibile per la caccia con l’arco è la messa a punto della freccia. A tale scopo si invita a prendere visione degli scritti e studi del Dr. Ed Ashby dove si  potranno trovare interessanti e fondamentali argomenti su: punte da caccia, penetrazione, F.O.C., E.F.O.C., momentum, cinetica, energia, ecc.. I documenti sono disponibili in: BIBLIOTECA – TECNICA 

Quì di seguito il link al sito di CLAY HAYES da guardare, leggere ed ascoltare. Clay Hayes è un grande costruttore di archi, grande cacciatore e grande esperto di ambiente e conservazione che mette a disposizione le sue conoscenze e tecniche. Notevoli i film: UNTAMED ed ASCENT.   Clay Hayes Authorization PDF